The "Cube" is a portable camera, which with its image carrier could secure life-size pictures of its environment. Back home, they didn’t drop the idea but instead tried to put it into practice. After countless trials, there resulted a modular camera, 2 x 2 x 2 m in size, with a lens of 890 mm and a mirrored surface of Alu-Dibond – a light-weight material that makes it possible to transport the cube easily and to use it outside a studio. In the Cube photography is reduced to its essentials: a light-tight case, a lens with a lens aperture and a board to fix the 1 x 1,2 m photographic paper on it. The light falls through the lens directly onto the photographic paper. In this way each image is unique, like a painting. There is no intermediate stage between the entrance of light and the emergence of the positive image. It is not possible to make reprints. In this respect, the images are literally painted by light.

Il “Cubo” è una macchina fotografica di grandi dimensioni costituita da lamiere di Alu-Dibond/Mirror (2x2x2 mt.). Questo apparecchio, analogico è capace catturare e riprodurre immagini di grande formato e di ineguagliabile qualità. Attraverso un obiettivo (Nikkor 980 mm.), posto su una facciata del cubo, le immagini vengono impresse direttamente su carta fotografica a colori   (positivo/positivo Ilfochrome /ex Cibachrome) posizionata su un cavalletto all’ interno della fotocamera. Vista la bassissima sensibilità della carta (1,6 asa) e non avendo processi intermedi, ne risultano immagini di eccezionale qualità, uniche, irripetibili.Il “Cubo” è anche un’installazione che, nonostante le sue grandi dimensioni, risulta discreto e leggero all´interno del paesaggio che lo ospita grazie al materiale riflettente con cui è realizzato. Riflette le immagini e allo stesso tempo le cattura.